BROCARDI LATINI

A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | [tutti]


Brocardi che iniziano per "Q"
"Quae facta laedunt pietatem, existimationem, vaerecundiam."
Quei fatti che offendono la pietà, l'onorabilità, il pudore
"Quae in testamento ita sunt scripta, ut intelligi non possint, perinde sunt ac si scripta non essent."
Ciò che, in un testamento, sia stato scritto in modo non intelligibile, è di conseguenza considerato come se non fosse stato scritto
"Quae in testamento tegi possunt, et inconsulto deleta et inducta, nihilominus valent; consulto, non valent."
Le disposizioni che in un testamento possono essere cancellate, e che siano state cancellate o annullate involontariamente, valgono lo stesso; se invece sono state cancellate volontariamente dal testatore, non valgono più
"Quae pondere, numero, mensura constant."
Quelle cose che sono considerate a peso, a numero, a misura
"Quae rerum natura prohibentur, nulla lege confirmata sunt."
Le azioni che siano proibite dalla natura delle cose, da nessuna legge sono approvate
"Quaedam iura non scripta, sed omnibus scriptis certiora sunt."
Alcune leggi non sono scritte, ma sono più precise di tutte quelle che sono scritte
"Quaestio voluntatis."
Questione sull'esistenza della volontà (contrattuale)
"Quaestiones litis ingressum impedientes."
Questioni che impediscono l'inizio regolare della causa
"Qualiscunque possessor, hoc ipso quod possessor est, plus iuris habet quam ille qui non possidet."
Il possessore a qualsiasi titolo, per il fatto stesso del possesso, ha maggior diritto di chi non possieda
"Quamdiu hereditas iacet, possessio nullius est."
Finché l'eredità è giacente, il possesso non è di alcuno
"Quamvis si liberus essem noluissem, tamen coactus volui."
Anche se, essendo libero di decidere, non avrei voluto, tuttavia, costrettovi, volli
"Quantum debeatur."
Quantità dovuta
"Quantum iudici aequum (et bonum) , tantae pecuniae condemnato."
Sia condannato a pagare la somma che al giudice parrà equa e giusta
"Qui accusare volunt probationes habere debent."
Coloro che intendono accusare, debbono fornire le prove
"Qui actore iudice comparavit, bonae fidei possessor est."
Chi ha comprato per opera del giudice è possessore di buona fede
"Qui actum habet, et iter habet etiam sine iumento."
Chi abbia il diritto di passaggio con animali, ha anche il diritto di passaggio a piedi, senza giumenta
"Qui aliud dicit quam vult, neque quod vox significat, quia non vult, i que id quod vult, quia id non loquitur."
Se qualcuno dice una cosa diversa da quella che vorrebbe dire, non dice ciò che la sua parola manifesta, poiché egli ciò non vuole, né dice ciò che vuole, poiché così egli non parla
"Qui alterius negotia administranda suscepit, id praestare debet in sua persona quod in aliorum."
Chi accetti di amministrare gli affari altrui, deve garantire ciò in proprio, anziché attraverso altri
"Qui appellai prior, agit."
Chi appella per primo, è attore
"Qui contra iura mercatur, bonam fidem praesumitur non habere."
Chi commercia contro la legge, si presume che non abbia in animo della buona fede
"Qui destiterit agere, amplius et accusare prohibetur."
Chi ha rinunciato ad agire, ormai non può più chiamare in giudizio
"Qui dicit de uno, negat de altero."
Chi sostiene una tesi, nega quella contraria
"Qui excipit probare debet quod excipitur."
Chi eccepisce deve provare ciò che viene eccepito
"Qui habet haustum, iter quoque habere videtur ad hauriendum."
Chi ha il diritto di attingere acqua nel fondo del vicino, ha certo anche il diritto di passaggio per poter fare ciò
"Qui habet iter, actum non habet."
Chi ha il diritto di passaggio a piedi, non ha quello con animali
"Qui in re illicita versatur, tenetur etiam pro casu."
Chi si sia posto in una situazione di illiceità, risponde anche per un evento successivo da lui non voluto
"Qui in utero sunt, in toto paene iure civili intelliguntur in rerum natura esse."
Quelli che sono ancora nel ventre della madre, in quasi tutto il diritto civile sono considerati come già nati
"Qui intelligit alienum se possidere, mala fide possidet."
Chi sa di possedere la cosa d'altri, possiede in mala fede
"Qui intestatus moritur, creditur proximis heredibus suis sponte sua relinquere legitimam hereditatem."
Si crede che chi muore senza aver fatto testamento abbia inteso lasciare ai suoi eredi più prossimi la legittima
"Qui iure suo utitur neminem laedit."
Chi esercita un proprio diritto non danneggia alcuno
"Qui mortui nascuntur, neque nati neque procreati videntur, quia nunquam liberi appellari potuerunt."
Quelli che nascono morti, non sono considerati nati, né procreati, poiché mai poterono essere chiamati figli
"Qui non appellat, approbare videtur sententiam."
Chi non appella, dimostra di approvare la sentenza
"Qui pignori plures res accepit, non cogitur unam liberare, nisi accepto universo quantum debetur."
Chi abbia ricevuto più cose in pegno non è tenuto a liberarne una, se non dopo che gli sia stato pagato l'intiero debito
"Qui potest facere ut possit condicioni parere, iam posse videtur."
Chi può far sì che una condizione si realizzi, è già considerato obbligato
"Qui rem suam neglexit, nulli querelae subiectus est."
Colui che abbia trascurato una cosa propria, non va soggetto ad alcuna denuncia
"Qui se iudicis incompetentis iurisdictioni semel subiecit, illius iurisdictionem agnoscere videtur."
Colui che si sia assoggettato una sola volta (alla prima udienza) alla giurisdizione di un giudice incompetente, dimostra di riconoscerne la competenza
"Qui suscepit aut ipsam rem debebit incorruptam reddere, aut aestimationem de qua convenit."
Chi ha ricevuto deve restituire la cosa indenne, ovvero il controvalore che ha concordato
"Qui testamento heres instituitur, in eodem testamento testis esse non potest."
Chi sia nominato erede in un testamento, non può testimoniare in una causa che riguardi quel testamento
"Qui totam hereditatem adquirere potest, is pro parte eam scindendo adire non potest."
Chi possa acquistare un'eredità nella sua totalità, non può adirla in parte, suddividendola
"Qui vadimonium deserit."
Chi diserta il processo
"Qui vim facit, dolo malo facit."
Chi usi violenza, compie un'azione illegittima
"Quicumque sub condicione obligatus curaverit ne condicio existeret, nihilominus obligatur."
Chiunque, obbligato sotto condizione, abbia agito perché la condizione non si verificasse, è ciononostante obbligato
"Quid decisum."
La questione sulla quale si è deciso
"Quid disputandum."
La questione sulla quale si disputa
"Quid novi."
Qualcosa di nuovo, in fatto o in diritto
"Quidquid pignori commodi sive incommodi fortuito accessit, id ad debitorem pertinet."
Qualsiasi vantaggio o svantaggio riceva, per caso fortuito, la cosa data in pegno, riguarda il debitore
"Quoad effectum."
Ai fini dell'effetto (da raggiungere)
"Quoad valorem (o ratione valoris)."
Per la determinazione del valore della domanda
"Quod a quoquam poenae nomine exactum est, id eidem restituere nemo cogitur."
Nessuno è tenuto a restituire ciò che abbia incassato, a qualsiasi titolo, come penale
"Quod ab initio erat voluntatis, postea fit necessitati."
Ciò che prima (della stipulazione del contratto) era nella volontà delle parti, dopo diventa un obbligo
"Quod ad victum sibi suisque sufficiat."
Ciò che possa bastare al sostentamento suo e della sua famiglia
"Quod alicui suo non licet nomine, ne alieno licebit."
Ciò che non sia consentito compiere a qualcuno, non lo sarà neppure per interposta persona
"Quod contra, rationem iuris receptum est, non est producendum ad consequentias."
Ciò che viene legiferato (in via eccezionale) in contrasto con i principi generali del diritto, non può essere esteso ad altri casi
"Quod cuique pro eo praestatur, invito non tribuitur."
Ciò che viene donato a qualcuno non gli può essere attribuito contro la sua volontà
"Quod datur personis, cum personis amittitur."
Ciò che viene dato alle persone, si perde con le persone
"Quod dicimus eum qui nasci speratur pro superstite esse, tunc verum est, cum de ipsius quaeritur; nam aliis non prodest nisi natus."
Quando si dice che il nascituro è ritenuto un superstite del padre, ciò è vero se si tratta dei suoi diritti; infatti, il nascituro non è utile ad alcuno, se non dopo che sia nato
"Quod divini iuris est, id nullius in bonis est."
Le cose sacre non appartengono ad alcuno (ma a tutti)
"Quod emptionem et venditionem recipit, etiam pignorationem recipere potest."
La cosa che si può comprare o vendere, può anche essere data in pegno
"Quod ex naufragio expulsum est usu capi non potest, quoniam non est in derelicto, sed in deperdito."
Ciò che sia stato proiettato in mare in un naufragio non può essere acquistato per usucapione, poiché non si tratta di una cosa abbandonata, ma di una cosa perduta
"Quod ex re nostra fit, nostrum est."
Ciò che nasce da una nostra cosa, è nostro
"Quod impossibile est, neque pacto, neque stipulatone potest comprehendi."
Ciò che sia impossibile non può esse re incluso né in un patto, né in una contrattazione
"Quod in fructus redigendos impensum est, non ambigitur ipsos fructus minuere debere."
Ciò che sia stato speso per raccogliere i frutti, è indubbio che vada in diminuzione degli stessi frutti
"Quod indebitum per errorem solvitur, aut ipsum, aut tantundem repetitur."
Ciò che di non dovuto fu pagato per errore, si può ripetere o nella stessa misura, o per l'equivalente
"Quod maior pars curiae effecit, pro eo habetur, ac si omnes egerint."
Ciò che sia stato deciso dalla maggioranza del collegio giudicante, è considerato come se fosse stato deciso da tutti i suoi membri
"Quod non est in actis non est in mundo."
Ciò che non esiste agli atti del processo non esiste al mondo!
"Quod non ratione introductum, sed errore primum, deinde consuetudine obtentum est, in aliis similibus non obtinet."
Quel comportamento umano che sia stato introdotto nella vita sociale senza una giustificazione legale, ma dapprima iniziato per errore, e quindi ripetuto per consuetudine, non è ritenuto valido per i casi consimili
"Quod nullius esse potest, id ut alicuius fieret, nulla obligatio valet efficere."
Nessuna convenzione può avere l’efficacia di far diventare di qualcuno ciò che non possa appartenere ad alcuno
"Quod nullius est, id naturali ratione occupanti conceditur."
Una cosa che sia di nessuno è concessa in proprietà, per diritto naturale, a chi la trovi
"Quod nullum ab initio nullum producit effectum."
Ciò che è nullo dall'origine non produce alcun effetto
"Quod pendet, non est pro eo, quasi sit."
Una condizione che sia ancora pendente, non è considerata come se si fosse già realizzata
"Quod per alluvionem agro nostro flumen adiicit, id iure gentium nobis acquiritur."
Ciò che per alluvione il fiume aggiunge al nostro fondo, è acquisito da noi per diritto delle genti
"Quod postremum populus iussisset, id ius ratumque esset."
Ciò che il legislatore ha stabilito in un momento posteriore sia considerato il (nuovo) diritto vigente
"Quod quis ex sua culpa damnum sentit, damnum non sentire videtur."
Appare che non subisca danno colui che quel danno subisca per una propria colpa
"Quod reus iuravit, etiam fideiussori proficit."
Ciò che è stato dichiarato sotto giuramento dal convenuto giova anche al fideiussore
"Quod sine die debetur, statini debetur."
Ciò che deve essere dato senza una scadenza prefissata, deve essere dato immediatamente
"Quod voluit dixit, quod non dixit noluit."
Ciò che (il legislatore) volle, disse; ciò che non disse, non volle
"Quodlibet praedium praesumitur esse a servitute liberum, usque dum probetur contrarium."
Qualunque fondo si presume che sia libero da servitù, fino a quando non si provi il contrario
"Quomodo (agitur)."
In quale modo (si svolge l'esecuzione forzata)
"Quotiens contrahentes sub condicione impossibili contrahunt, non tam contrahere, quam nihil agere voluisse existimantur."
Quando le parti stipulano un contratto sottoposto a una condizione impossibile, dimostrano non di aver voluto contrattare, ma di non aver voluto concludere alcunché
"Quoties idem sermo duas sententias exprimit, ea potissimum excipiatur, quae rei gerendae aptior est."
Ogni volta che una stessa espressione esprima due concetti, si accolga, possibilmente, quello che sia più adatto a quel dato negozio giuridico
"Quoties nominatim plures res in legato exprimuntur plura legata sunt."
Allorché in un legato più cose sono indicate singolarmente, tali cose sono altrettanti legati
"Quoties pactum a iure communi remotum est, servari hoc non oportet."
Qualora un patto si discosti dal diritto comune, non è opportuno osservarlo
"Quum fundus fundo servit, vendito quoque fundo, servitutes sequuntur."
Allorquando un fondo serve un altro fondo, anche nel caso di vendita del primo le servitù esistenti permangono
"Quum via publica fluminis impetu vel ruina amissa est, vicinus proximus viam praestare debet."
Quando la strada pubblica sia scomparsa per la piena di un fiume, o per una frana, il vicino più prossimo deve concedere il passaggio

Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.02 secondi