BROCARDI LATINI

A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | [tutti]


Brocardi che iniziano per "D"
"Da mihi factum, dabo tibi ius."
Esponimi il fatto, e io ti dirò qual è la legge da applicare
"Damnum emergens."
Danno emergente (per l'inadempimento altrui o il ritardo)
"Damnum infectum est damnum nondum factum, quod futurum veremur."
Danno eventuale è un danno non ancora subito, che però temiamo stia per colpirci
"Damnum iniuria datum."
Danno causato con un'azione giudiziaria ingiusta e temeraria
"Damnum pati videtur, qui commodum amittit, quod consequi poterat."
Si ritiene che subisca un danno chi perda un guadagno che avrebbe potuto conseguire
"Datio pro soluto."
Consegna di una cosa, a titolo di saldo totale del debito
"Datio pro solvendo."
Consegna di una cosa, in funzione di un pagamento in corso (come acconto)
"Datus tutor, ad universum patrimonium datus esse creditur."
Nominato un tutore, lo si ritiene nominato per tutto il patrimonio del pupillo
"De legitimitate legum."
Sulla legittimità costituzionale delle leggi
"De relato."
Riferito da altri
"De relato actoris."
Come riferito dall'attore
"De residuo."
Relativo ai beni ereditati
"Debitor intelligitur is, a quo invito exigi pecunia potest."
Debitore è ritenuto colui dal quale possa essere preteso del denaro contro la sua volontà
"Debitor speciei liberatur interitu rei."
Il debitore di una cosa specificata è liberato dalla perdita della cosa stessa
"Debitor sui ipsius nemo esse potest."
Nessuno può essere debitore verso se stesso
"Deceptor."
Il contraente in mala fede
"Deceptus."
Il contraente raggirato
"Decipi non censetur, qui scit se decipi."
Non è ritenuto essere frodato, chi sa di esserlo
"Declaratoria iuris."
Astratta dichiarazione di diritto
"Dedisse intelligendus est etiam is, qui permutavit vel compensavit."
Chi ha permutato, o compensato, è da ritenere che abbia consegnato
"Delata hereditas intelligitur quam quis possit adeundo consequi."
Si intende devoluta l'eredità che uno possa, accettandola, acquistare
"Delationis transmissio."
Trasmissione ai propri eredi del diritto di accettare un'eredità
"Delegare est vice sua alium reum dare creditori."
Delegare è assegnare al creditore, al proprio posto, un altro debitore
"Delegatio debiti nisi consentiente stipulante et promittente debitore iure perfici non potest."
Una delegazione di debito non può essere giuridicamente perfezionata senza il consenso di chi la stipula, e senza la promessa di pagamento fatta dal nuovo debitore
"Delegatio promittendi (ovvero obligandi)."
Delegazione di debito
"Denuntiatio."
Notifica agli altri coeredi della proposta di alienazione della quota ereditaria di un coerede
"Derogatur legi quum pars detrahitur; abrogatur quum prorsus tollitur."
Si deroga a una legge quando se ne elimini una parte; la si abroga, quando la si abolisca del tutto
"Desistat."
Divieto di continuare nel compiere un atto dannoso per altri
"Destinatio patris familiae."
Destinazione dei padre di famiglia
"Destitisse is videtur qui liti renuntiavit in totum."
Dimostra di aver abbandonato l'azione chi ha rinunciato del tutto alla lite
"Destitisse videtur qui intra tempus non peregit."
Dimostra di aver rinunciato chi non agì nel tempo prescritto
"Dies a quo non computatur in termino."
Il giorno dal quale (si parte) non si conta nel termine
"Dies coeptus pro completo habetur."
Il giorno iniziato si ritiene trascorso
"Dies dominicus non est iuridicus."
La domenica è un giorno che giuridicamente non si conta
"Dies incertus condicionem in testamento facit."
Un termine indefinito, in un testamento, produce una condizione sospensiva
"Dies interpellai pro homine."
Il termine scaduto costituisce un'intimazione ad adempiere a favore del creditore
"Differenza inter dominium et possessionem haec est: quod dominium nihilominus eius manet, qui dominus esse non vult; possessio autem recedit, ut quisque constituit nolle possidere."
Una differenza fra diritto di proprietà e possesso è questa: quando qualcuno decide di non voler più possedere, di fatto, il diritto di proprietà rimane, mentre invece il diritto di possesso finisce
"Diuturna consuetudo pro iure et lege in his, quae non ex scripto descendunt, observari solet."
Una consuetudine abituale è di solito osservata come un diritto o una legge, in quei rapporti che non discendano dal diritto scritto
"Do ut des, Do ut facias, Facio ut des, Facio ut facias."
Io do perché tu dia - Io do perché tu faccia - Io faccio perché tu dia - Io faccio perché tu faccia
"Dolo malo pactum fit, quoties circumscribendi alterius causa aliud agitur et aliud agi simulatur."
Un contratto è concluso con dolo colpevole ogni volta che, per ingannare un terzo, si fa una cosa, e si simula di farne un'altra
"Dolo petis quod mox restiturus es."
A torto tu chiedi ciò che più tardi dovrai restituire
"Dolum malum esse omnem calliditatem, fallaciam, machinationem ad circumveniendum, fallendum, decipiendum alterum adhibitam."
Il dolo punibile è costituito da qualsiasi furbizia, menzogna, macchinazione, usate al fine di raggirare, imbrogliare, ingannare l'altro contraente
"Dolus bonus."
Tollerabile abilità negli affari
"Dolus causam dans."
Dolo di una parte che induce l'altra parte a contrattare
"Dolus est consilium alteri nocendi."
Il dolo è il proposito di danneggiare altri
"Dolus malus est machinatio quaedam alterius decipiendi causa, cum aliud simulatur et aliud agitur."
Il dolo colpevole consiste in una qualche macchinazione compiuta allo scopo di ingannare un altro, consistente nel simulare una cosa, e nel farne un'altra
"Dolus non praesumitur."
Il dolo non si presume
"Dolus tutoris vel curatoris nocere (neque prodesse) pupillo vel furioso non debet."
Il dolo del tutore o del curatore non deve nuocere (né giovare) al pupillo, o al malato di mente
"Domicilium est uhi quis degit rerumque suarum summam constituit eo consilio, ut ibi maneat."
Il domicilio è dove qualcuno vive e ha stabilito la maggior parte delle sue cose, col proposito di rimanervi
"Domicilium re et facto transfertur, non nuda contestatione."
Il domicilio si cambia nella realtà e di fatto, non con una pura e semplice dichiarazione
"Dominium rei amittimus, quum eam alteri ex iuxta causa tradimus, aut etiam quum eo animo abiicimus ut nostra non sit."
Perdiamo la proprietà di una cosa quando la consegniamo ad altri per un valido motivo, o anche quando l’abbandoniamo con l'intenzione che non sia più nostra
"Dominus habetur qui possidet, donec probetur contrarium."
È ritenuto proprietario, fino a prova contraria, colui che possiede
"Dominus negotii."
Il titolare del diritto negoziale
"Domo pignori data et area eius tenebitur."
Di una casa ipotecata resta vincolata anche l'area
"Dona sunt quae, nulla necessitate iuris, officii, sed sponte praestantur."
Donazioni sono quelle cose che sono concesse ad altri senza alcuna necessità giuridica, né obbligo, ma spontaneamente
"Donatio non praesumitur."
Una donazione non è mai presunta
"Donatio propter nuptias."
Donazione in vista di futuro matrimonio
"Donavi videtur quod, nullo iure cogente, conceditur."
Si ritiene che sia donato ciò che si concede senza obbligo legale
"Duae res, vel plures, sunt in obligatione; una autem in solutione."
Due o più prestazioni sono previste nell'obbligazione, ma basta eseguirne una sola

Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.02 secondi