Calcolo Compenso Mediatore Familiare

Con questa semplice applicazione puoi calcolare il compenso dovuto al mediatore familiare come previsto dagli artt. 7 e 8 del D.M. 151/2023.

Il calcolatore può essere utilizzato dal professionista per emettere la fattura relativa all’incarico svolto ma anche dal cliente per avere un’idea di massima dei costi della mediazione familiare nelle varie ipotesi previste dalla normativa.

Il compenso calcolato è dovuto da ciascuno dei "mediandi", ossia da ciascuna delle parti che si avvale della mediazione familiare.

-
CALCOLO COMPENSO MEDIATORE FAMILIARE
Intestazione:
Cos’è questo?
-
Compenso e Spese
Complessità incarico:
BassaMediaAlta
Numero incontri:
Spese esenti:
art. 15, DPR 633/72
Spese imponibili:
Le spese forfettarie (21%) sono calcolate automaticamente sul compenso.
-
Dati per la Fatturazione
Cassa di previdenza:
Contributo previdenziale:
%
Regime semplificato:
Valuta l'applicazione:
5 / 5 (1voto)
Calcolo Compenso Mediatore FamiliareCalcolo Compenso Mediatore Familiare sul Tuo Sito?
Copia e incolla il seguente codice html.

Il compenso del mediatore familiare

Il compenso del mediatore familiare è disciplinato dagli articoli 7 e 8 del D.M. 151/2023.

Il compenso è pattuito al momento del conferimento dell’incarico professionale e tiene conto della delicatezza del ruolo rivestito dal professionista, dell’importanza della prestazione e del grado di complessità dell’incarico che deve essere reso noto alle parti in forma scritta.

Il comma 4 dell’ art. 8 citato D.M. stabilisce che, per ogni incontro effettivamente svolto, il compenso pro capite a carico di ciascuno dei "mediandi" è pari a € 40,00.

Il comma 5 definisce alcuni moltiplicatori del compenso che variano in base al grado di complessità dell’incarico:

Complessità Bassa:1
Complessità Media:1,5
Complessità Alta:2

Infine, al compenso determinato in base ai commi 4 e 5 vanno aggiunte le seguenti voci:

  • le spese forfettarie determinate nella misura del 21% sul compenso,

  • gli accessori di legge, come ad esempio la rivalsa previdenziale determinata dalla cassa di previdenza cui è iscritto il mediatore oppure l’IVA se prevista dal regime fiscale del professionista,

  • le eventuali spese vive sostenute dal professionista per lo svolgimento dell’incarico,

  • l’eventuale addebito del bollo al cliente, se previsto dal regime fiscale.


Avvertenza:
Questa applicazione é utilizzabile per un uso non professionale e le informazioni fornite si intendono a carattere indicativo.
Nonostante l’impegno profuso nell’analisi e nello sviluppo del software non é possibile escludere la presenza di errori, per cui si consiglia di controllare sempre i risultati ottenuti.
Per segnalare eventuali errori o malfunzionamenti clicca qui.

Sito ideato dall’Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.031 secondi